Notizia

Il nuovo strumento AI può identificare i singoli uccelli in un modo in cui gli esseri umani non possono

Il nuovo strumento AI può identificare i singoli uccelli in un modo in cui gli esseri umani non possono


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Una nuova ricerca ha dimostrato che l'intelligenza artificiale (AI) può essere addestrata a riconoscere i singoli uccelli, un compito che gli esseri umani non sono in grado di svolgere in circostanze ordinarie.

"Il nostro studio fornisce i mezzi per superare uno dei maggiori limiti nello studio degli uccelli selvatici: riconoscere in modo affidabile gli individui". Il Dr. André Ferreira presso il Center for Functional and Evolutionary Ecology (CEFE), Francia, e autore principale dello studio, ha spiegato in un comunicato stampa.

CORRELATI: GLI INGEGNERI PIÙ AFFASCINANTI DEL REGNO ANIMALE

Intelligenza artificiale aviaria

Nello studio, i ricercatori di istituti in Francia, Germania, Portogallo e Sud Africa descrivono in dettaglio il processo che hanno sviluppato per l'utilizzo dell'IA per identificare i singoli uccelli. Hanno utilizzato migliaia di immagini etichettate di uccelli che avevano raccolto per addestrare e testare l'intelligenza artificiale - così facendo, hanno sviluppato il primo modello di successo per identificare i singoli uccelli in questo modo.

La ricerca, pubblicata sulla rivista British Ecological SocietyMetodi in ecologia ed evoluzione, mostra come i modelli di intelligenza artificiale sono stati addestrati per riconoscere le immagini di singoli uccelli in popolazioni selvatiche di cinciallegre e tessitori socievoli, nonché una popolazione in cattività di fringuelli zebra.

È stato dimostrato che l'IA ha una precisione di oltre il 90% per le specie selvatiche e dell'87% per i fringuelli zebra in cattività.

Identificazione non invasiva degli animali

Negli studi sul comportamento degli animali, i metodi per identificare i singoli uccelli possono essere costosi per i ricercatori e scomodi per gli uccelli. Ad esempio, un metodo, che vede gli scienziati attaccare bande colorate alle zampe degli uccelli, ha dimostrato di causare stress agli animali.

"Lo sviluppo di metodi per l'identificazione automatica e non invasiva di animali completamente non marcati e non manipolati dai ricercatori rappresenta un importante passo avanti in questo campo di ricerca", spiega il dott. André Ferreira.

"In definitiva, c'è molto spazio per trovare nuove applicazioni per questo sistema e rispondere a domande che in passato sembravano irraggiungibili", spiega.

Non è certamente la prima volta che l'IA viene utilizzata su creature volanti: l'anno scorso, un modello di intelligenza artificiale è stato addestrato su due specie di farfalle e, così facendo, ha convalidato il primo modello matematico di evoluzione.


Guarda il video: Coral E LIA Sui Dispositivi Edge (Febbraio 2023).