Giochi

7 volte che le abilità del giocatore sono diventate utili nella vita reale

7 volte che le abilità del giocatore sono diventate utili nella vita reale


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Giocare ai videogiochi ha una cattiva reputazione di tanto in tanto. Ma, come dimostreranno queste storie, le abilità acquisite durante i giochi possono effettivamente aiutare a salvare vite umane!

CORRELATI: 9 COMPETENZE QUOTIDIANE I VIDEOGIOCHI POSSONO MIGLIORARE

In che modo i videogiochi ti aiutano nella vita reale?

Oltre alle varie abilità interessanti che i videogiochi possono fornire ai giocatori, possono anche aiutarti in molti altri modi nella vita reale.

I giochi possono, ad esempio, aiutarti a rilassarti e alleviare l'ansia e lo stress, mettendo da parte la rabbia del gioco, ovviamente!

Quali sono alcuni esempi di abilità del giocatore utilizzate nella vita reale?

Non solo il gioco è ottimo per rilassarsi, ma può anche (a volte) salvare vite umane. Ecco alcuni esempi di come le abilità di gioco possono effettivamente aiutare le persone nel mondo reale.

1. Questo ragazzo ha salvato sua sorella (e se stesso) da un alce grazie alle sue abilità di giocatore

Nel 2007, a12 anni Il ragazzo norvegese è effettivamente riuscito a salvare la vita sua e di sua sorella grazie alle abilità che aveva acquisito giocando ai videogiochi. Il ragazzo,Hans Jørgen Olsen, ha messo le abilità che aveva acquisito giocando a "World in Warcraft" con grande effetto.

Quando lui e sua sorella si sono confrontati con un alce, si è subito messo a "provocarlo" per attirare la sua attenzione. Questo ha permesso a sua sorella di scappare in salvo.

Con l'alce che teneva Olsen nel mirino, ha finto la morte (un'abilità che aveva acquisito al livello 30 nel gioco). Alla fine l'alce perse interesse e lasciò il ragazzo da solo.

Nel gioco, questa abilità (bene incantesimo) viene utilizzata per convincere le unità nemiche che il giocatore era effettivamente morto. In questo modo perdono tutta l'animosità radicata e lasciano in pace il personaggio del giocatore.

2. Un altro bambino ha salvato la vita dei suoi amici grazie a "Counter-Strike"

Nel 2013, un altro dodicenne è riuscito a salvare la vita sua e dei suoi amici grazie alle abilità che aveva imparato giocando a "Counter-Strike". Jose Darwin Graviano ei suoi amici stavano giocando per le strade della loro città natale di Mandaue, nelle Filippine, quando si sono imbattuti in alcuni oggetti dall'aspetto interessante.

Essendo bambini curiosi e avventurosi, hanno deciso di indagare più da vicino sugli oggetti misteriosi. A ben guardare, Graviano li ha subito riconosciuti per quello che erano veramente.

Li aveva già visti nel popolare gioco di tiro "Counter-Strike" e disse immediatamente ai suoi amici di metterli giù fino a quando la polizia non fosse stata informata. Ciò che i bambini avevano scoperto era un piccolo deposito di bombe a mano.

Se non fosse stato per il tempestivo intervento di Graviano, la partita dei suoi amici sarebbe potuta diventare davvero micidiale.

3. "Grand Theft Auto" ha aiutato a salvare questo ragazzino da un incidente d'auto

Nel 2014, un ragazzo di 11 anni è riuscito a salvare la vita sua e di suo nonno grazie al tempo trascorso giocando a "GTA". Durante la navigazione nel traffico, suo nonno è svenuto al volante, lasciandoli entrambi in serio pericolo di un grave incidente.

Charley Cullen ha subito notato il pericolo ed è riuscito a prendere il controllo dell'auto per evitare il traffico in arrivo fino a quando l'auto non si è fermata. L'auto alla fine si è scontrata con un muro mentre cercava di svegliare suo nonno.

Cullen ha subito un grave trauma cranico, ma ha recuperato completamente. Quando è stato intervistato sull'incidente, Cullen ha attribuito le sue capacità di guida al gioco.

4. Questo tizio ha salvato la vita di un altro uomo grazie al gioco "America's Army"

Nel 2007, Paxton Galvanek è riuscito a salvare la vita di un'altra persona grazie al suo tempo giocando a "America's Army". Durante la guida, ha notato un SUV capovolto.

Galvanek ha frenato di colpo e si è precipitato sul posto. Il SUV iniziò a fluttuare fumo e iniziò a trascinare i passeggeri colpiti dal relitto.

Senza alcuna formazione medica, Galvanak ha aiutato una vittima (che aveva perso alcune dita) usando un asciugamano per tamponare le ferite sanguinanti. Ha anche consigliato alla vittima di alzare la mano sopra la testa per evitare di limitare ulteriormente il flusso sanguigno e prevenire una pericolosa coagulazione.

Senza alcuna formazione medica ufficiale, aveva imparato alcune basi di primo soccorso grazie alla sezione "Addestramento medico" del gioco.

5. Questo adolescente canadese è riuscito a prevenire un suicidio

Un adolescente di East Hampton è effettivamente riuscito a prevenire il suicidio grazie al tempo passato a giocare online. Sebbene normalmente sia un vero e proprio pozzo nero di odio, ci sono momenti in cui il gioco online può mostrare il lato migliore dell'umanità.

L'adolescente, Reilly Howard, stava giocando a un videogioco quando uno dei suoi conoscenti di giocatori online lo chiamò. Il suo amico, che viveva a centinaia di chilometri di distanza, iniziò a raccontare a Howard come aveva pensato di porre fine alla propria vita.

Howard, rendendosi conto del pericolo molto grave, iniziò a parlare per calmare il ragazzo al telefono.

“L'ho preso [sul serio]. Sono rimasto in linea e ho continuato a rassicurarlo che hai molto per cui vivere ", ha spiegato Howard in un'intervista.

Alla fine ha convinto il ragazzo a chiamare la National Suicide Prevention Lifeline. Howard è rimasto in contatto regolare con il suo nuovo amico e da allora è stato salutato come un eroe dalla sua scuola locale.

6. I videogiochi accelerano il recupero delle vittime di ictus

I ricercatori hanno scoperto che giocare ai giochi per computer può effettivamente accelerare il recupero delle vittime di ictus. Normalmente il recupero da un ictus è un processo lento e che richiede molto tempo, ma i videogiochi sembrano essere di aiuto per accelerarlo.

La ricerca ha dimostrato che giocare a giochi per Nintendo Wii o Sony Playstation era cinque volte più efficace nel migliorare la funzione motoria del braccio e la funzione cognitiva. Ciò è stato attribuito al fatto che giocare ai videogiochi fornisce stimoli sia fisici che mentali.

I videogiochi sono in continua evoluzione, il che richiede al giocatore di adattarsi e cambiare strategie. Questo, mostra la ricerca, ha aiutato il cervello dei pazienti a migliorare aumentando la neuroplasticità.

7. "Pokemon Go!" aiuta a combattere la depressione e l'ansia

Ho fatto così tanti nuovi amici con #PokemonGO, ha aiutato la mia ansia sociale e sto davvero uscendo. Questo è più di un semplice gioco.

- Mr. Brandon (@Thebrandonevans), 11 luglio 2016

Il popolare gioco di realtà aumentata "Pokemon Go!" ha dimostrato di combattere effettivamente la depressione e l'ansia. Secondo vari rapporti, il gioco ha effettivamente aiutato un gran numero di persone a uscire e incontrare persone.

Poiché il gioco incoraggia l'interazione sociale e l'esercizio, molti individui depressi e ansiosi sono stati in grado di socializzare con altri giocatori che la pensano allo stesso modo. Uscendo di casa e riunendosi con gli altri, il gioco ha fornito un immediato rompighiaccio tra estranei.


Guarda il video: CDS Win: Interventi di adeguamento o miglioramento sismico per edifici in. (Febbraio 2023).