Industria

La stampa 3D offre ai paraplegici una nuova speranza per tornare a camminare

La stampa 3D offre ai paraplegici una nuova speranza per tornare a camminare


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Abbiamo già visto esoscheletri che possono aiutare il sollevamento di carichi pesanti o persino offrire assistenza a chi è disabile sotto il livello del ginocchio, ma ora 3D Systems ed EksoBionics hanno fatto un ulteriore passo avanti creando un esoscheletro che ha permesso Amanda Boxtel, che è paralizzato dalla vita in giù, a camminare di nuovo per la prima volta in over 20 anni. Boxtel ha espresso la sua gioia dicendo che "Dopo anni passati a sognarlo, sono profondamente grato ed entusiasta di aver fatto la storia camminando in alto con il primo Ekso-Suit stampato in 3D, realizzato appositamente per me."

[Fonte immagine: Esko Bionics]

La tecnologia di scansione di 3D Systems ha prodotto una lettura tridimensionale della parte inferiore del corpo e della colonna vertebrale di Boxtel, consentendo l'esoscheletro completamente adattato alla forma e ai contorni del suo corpo. Ciò non solo fornisce un miglior comfort dal design, ma anche notevoli vantaggi nel ridurre il rischio di lesioni; poiché Boxtel non ha sensazioni sotto la vita, lividi o ferite formate dallo sfregamento non sono immediatamente rilevabili. Pertanto, le ferite possono essere infettate prima ancora di essere notate. "Dovevamo stare molto attenti nel creare una geometria che schivasse le parti del corpo che doveva schivare ... [progettando] parti che non ostacolassero la circolazione o causassero lividi," disse Scott Summit, Direttore senior di 3D Systems per il design funzionale.

È qui che la stampa 3D è fondamentale per il design in quanto offre facilità di creazione di parti sagomate complesse e personalizzate rispetto ai metodi tradizionali. 3D Systems ha stampato le complesse parti su misura dalle scansioni che sarebbero il collegamento tra Boxtel e la robotica, con l'obiettivo principale sia del comfort che della sicurezza. La stampa 3D offre una complessità tale che la tuta è stata progettata per ridurre al minimo la traspirazione consentendo alla pelle di Boxtel di respirare ed è stata realizzata in soli 3 mesi, un tempo molto più rapido di quanto ci si aspetterebbe di produrre qualcosa con metodi tradizionali con caratteristiche così personalizzate.

EksoBionics ha quindi fornito i sofisticati attuatori e controlli meccanici che producono il movimento meccanico. Attualmente esistono diversi metodi di controllo per l'esoscheletro. Gli utenti possono azionare i loro passi con i pulsanti sulle stampelle o sul deambulatore di accompagnamento, muovendo i fianchi o utilizzando lo spostamento del peso con l'inizio del movimento in avanti delle gambe, offrendo così una soluzione alle persone con vari gradi di disabilità.

La stampa 3D sta continuamente liberando le catene delle difficoltà riscontrate nei metodi di produzione tradizionali e ora ha offerto un passo avanti nel comfort e nella sicurezza tra gli esseri umani e gli esoscheletri robotici e una promettente speranza per il futuro delle persone paraplegiche e disabili per camminare ancora una volta.


Guarda il video: Anycubic Photon Zero - La stampante 3D a resina più ECONOMICA!! (Febbraio 2023).